BUDDA

Budda inizia a farsi tatuare a 15 anni e qualche anno dopo, durante il servizio militare e dopo essersi fatto tatuare da un professionista inizia a disegnare flash con lo scopo di creare disegni nuovi e originali da farsi tatuare. I disegni erano molti e cosi Budda decide di venderli ai tattoo shop ed alle convention oppure barattarli in cambio di nuovi tatuaggi ed infine di due macchinette da tatuaggio. Da subito si appassiona agli stili dell’Oceania, della Polinesia e ai maori, dalle isole Marchesi alle Samoa, fino al Borneo.

Cercare informazioni su questi stili antichi è stato un lavoro lungo e difficile, dice Budda ma questa ricerca lo ha portato a concepire il tattoo in un modo nuovo e cioè gli ha dato la possibilità di raccontare la storia delle persone sulla loro pelle, attraverso simbologie ancestrali che proprio grazie alla loro antichità mantengono un potere misterioso e magico. Dal 2007 al 2009 ha aperto e gestito un tattoo shop nel centro storico di Grosseto e dal 2009 al 2014 ha messo in pratica tutto quello che ho imparato negli anni a Riccione, dove vive tutt’oggi. Oggi lavora periodicamente presso il Wild Side Tattoo studio di Palazzolo sull’ Oglio ed in altri eccellenti studi italiani e partecipa a numerose convention.

Parlando del suo lavoro Budda dice: “Eseguo quasi solo tatto polinesiani, maori, marchesani, hawaiiani e tribali e comunque rigorosamente total black! Non amo le sfumature accostate ai tribali, proprio perchè per me il fascino del tribale sta nel contrasto tra nero e il colore della pelle. Mi piace immaginare di continuare una tradizione millenaria, ma con strumenti moderni ed il mio stile.”